Home / Ultimissime / Il Napoli sbatte sul muro clivense. Ma niente alibi.

Il Napoli sbatte sul muro clivense. Ma niente alibi.

Dopo il pareggio interno dell’Inter con il Torino, il Napoli poteva tentare di allungare il passo sui nerazzurri. Il temporaneo vantaggio del Benevento non è mai stato immaginato come duraturo ed il Napoli doveva assolutamente vincere contro il Chievo. Non ci è riuscito.

Si ricominciava la corsa partendo da Mario Rui, terzino che ha esordito con una prestazione soddisfacente, ma è evidente che l’assenza di Ghoulam ha alterato in maniera significativa gli spunti offensivi del Napoli sul fronte sinistro, dove l’asse Ghoulam Hamsik Insigne ha fattp sfaceli fino ad ora.

Mario Rui è un ottimo terzino, ma purtroppo non è Ghoulam. È stato evidente l’arretramento di Insigne per larghi tratti di gara, in quanto Mario Rui non spinge come Ghoulam. Non sa farlo, o almeno non ha ancora imparato.

Il Chievo si è chiuso in un catenaccio che a tratti è stato addirittura irritante, ma questo non può essere affatto un alibi per il Napoli. Per raggiungere traguardi importanti, queste partite occorre vincerle e, se addirittura l’Inter gioca in catenaccio contro il Napoli, figurarsi tutte le squadre minori. Ragion per cui occorre trovare presto delle alternative di gioco e, soprattutto, occorre dare una scossa al capitano Marek Hamsik.

In molti ora si scaglieranno contro il sottoscritto dicendo “il capitano non si tocca”. Cari lettori, anche il sottoscritto ammira la scelta di vita che ha fatto lo slovacco. Promettendo amore eterno ai colori azzurri, rifiutando offerte da capogiro. Il Napoli non può fare a meno di un calciatore come lui, ma occorre recuperarlo. Troppi gli errori, troppe le gambe tirate indietro, troppa la lentezza. Non è l’Hamsik che conosciamo. Occorrono scelte coraggiose che facciano in modo da riconsegnarci il capitano più forte di quello che stiamo vedendo. Nell’anno della lotta dichiarata per la conquista del titolo, il tecnico ha il dovere di analizzare la condizione psicofisica del capitano e, se necessario, farlo riposare un po’.

Se contro l’Inter poteva parlarsi di buon punto, a Chievo la situazione diversa. Purtroppo il Napoli non è ancora capace di dare quei colpi in grado di stordire le inseguitrici.

Ora ci sarà la sosta. Speriamo sia rinfrancante per lo spirito egli azzurri.

About Salvatore Annona

Check Also

Il Napoli batte la Fiorentina. Chi vince e chi perde

La partita contro la fiorentina arrivava al San Paolo nel peggiore dei modi. L’alta tensione …

Lascia un commento